Home Interviste Torzeone Mara Navarria, la spadaccina friulana campionessa del mondo
Mara Navarria

Mara Navarria, la spadaccina friulana campionessa del mondo

da Sara
997 visualizzazioni

Donna, moglie e mamma: intervista torzeona a Mara Navarria, un orgoglio friulano

Mara Navarria è originaria di Carlino, un paese della Bassa Friulana in provincia di Udine. Al liceo, sapevo della sua passione per la scherma ma non dei suoi risultati! Il 21 ottobre scorso ha vinto la coppa del mondo a Tallin, specialità spada. L’ho intervistata per voi.

S: Mandi campionessa! Intanto complimenti! Raccontami un po’ come ti va la vita…

M: Grazie Sara! Vivo in Liguria da un anno, prima ho abitato per undici anni a Roma. Purtroppo è mancato il mio allenatore storico e ho scelto un tecnico che allena a Rapallo. È stato difficile ricominciare tutto daccapo con un figlio e un marito che a sua volta ha un lavoro, in un posto che non conoscevamo e dove non c’è la tua famiglia. Però qui la qualità della vita è migliore rispetto alla capitale. Soprattutto dopo essere diventata mamma di Samuele, ho voluto più tranquillità e meno frenesia. Nel 2016 ho anche conseguito la laurea magistrale in Scienze Motorie e adesso ambisco a qualificarmi per le Olimpiadi di Tokyo.

S: Ho visto il tuo palmarès (lo trovate qui). Quali sono state le tue soddisfazioni più grandi? Hai anche qualche rammarico?

M: Ricordo in particolare le due vittorie in coppa del mondo under 20 conseguite nel 2003 e nel 2005 e la partecipazione alle Olimpiadi di Londra nel 2012. Anche se non sono andata bene nella prova individuale, l’emozione di sfilare per la propria nazione e di partecipare ai giochi è stata tanta. Poi a quattro mesi dal parto, sono arrivata sesta ai campionati del mondo di Budapest e questo risultato è stato molto importante per me.

Mi dispiace aver mancato le qualifiche per Rio de Janeiro! Malgrado fossi quinta nel ranking mondiale non ho preso parte alla competizione per via di una burocrazia discutibile.

S: Beh, ti rifarai con Tokyo, dai! Il tuo rapporto con il Friuli com’è invece?

M: Sono molto legata al Friuli e mi manca tanto. Cerco di trasmettere a mio figlio – che ha quattro anni e mezzo – la cultura friulana. Leggiamo i libri e i fumetti della filologica friulana, guardiamo i cartoni di Pimpa in friulano e tra di noi parliamo in marilenghe, così siamo incompresi da chi ci sta attorno. E poi le nostre famiglie e gli amici sono lì…!

S: Quali sono i tuoi progetti futuri?

M: Dopo Tokyo appenderò la spada al chiodo e magari torneremo in Friuli. Vedremo però se sarò io questa volta a seguire la carriera di mio marito, dato che ha ricevuto qualche proposta di lavoro all’estero! Di sicuro, vogliamo un altro figlio. Inoltre la mia laurea è rivolta a seguire persone con disabilità o che hanno problemi motori, per cui credo di potermi garantire un futuro esercitando questo mestiere.

Mi piace anche la fotografia, forse farò una mostra proprio a Carlino: voglio ricominciare da dove sono nata e cresciuta.

Mara Navarria, campionessa mondiale di spada 2017

Mara, orgoglio friulano!

Mara ed io siamo rimaste d’accordo che ci incontreremo per una rimpatriata durante le feste natalizie e faremo così una foto assieme da mettere in calce a questo articolo. Nel frattempo Torzeando ringrazia Mara Navarria per il tempo dedicatogli e le augura di realizzare i suoi obiettivi e sogni.

 

Le foto di questo articolo sono di Augusto Bizzi© - Tutti i diritti riservati

2 commenti

Stefano 07/12/2017 - 21:06

Gran bella intervista Sara e facciamo un grosso in bocca al lupo a Mara per Tokio 2020.

Risposta
Sara 07/12/2017 - 21:34

Grazie Stefano 🙂 Facciamo tutti il tifo per Mara!

Risposta

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati